Grazie alla termografia è possibile eseguire numerose verifiche in campo Edile

Applicazioni
  • Verifica del grado di isolamento termico/coibentazione edifici
  • Impianti HVAC
  • Verifica delle impermeabilizzazioni
  • Analisi del degrado dovuto all’umidità (condensa e muffa)
  • Infiltrazioni d’aria
  • Cappotto termico
  • Individuazione di ponti termici da eliminare
  • Ricerca di cause di infiltrazioni idriche
  • Individuazione di elementi costruttivi nascosti
  • Ricerca di hot spot nella termografia di impianti fotovoltaici
  • Indagine preliminare per la certificazione energetica
  • Valutazione i distacchi di intonaco
  • Analisi di perdite a tubazioni
  • Diagnosi di irregolarità termiche
  • Riscaldamento a pavimento
  • Copertura tetto
  • Tessitura muraria
  • Valutazione dello stato energetico di un edificio

Operatore Termografico ABILITATO UNI EN ISO 9712 LIVELLO 2

Che cosa è la Termografia?

In parole semplici, la termografia ci consente di valutare, in modo istantaneo, il calore (energia termica) emesso per irraggiamento da una superficie. Per fare una termografia si usa un dispositivo chiamato “termocamera”; per fare un paragone esemplificativo, la termocamera è come una macchina fotografica dotata di particolari sensori in grado di rilevare la temperatura superficiale dei corpi e renderla leggibile in una mappa a colori.

Le termocamere rilevano radiazioni nel campo dell’infrarosso dello spettro elettromagnetico e compiono misure correlate con l’emissioni di queste radiazioni. Come è presumibile da quanto detto fino a ora, c’è una correlazione tra radiazioni nel campo dell’infrarosso e temperatura: la quantità di radiazioni emessa aumenta proporzionalmente alla quarta potenza della temperatura assoluta di un oggetto così come specificato dalla Legge di Stefan Boltzmann.

Sfruttando questo principio, la termografia consente di individuare anomalie nell’emissione delle energie termiche e per questo è molto utile nell’edilizia, soprattutto quando si parla di efficienza energetica, coibentazione e ponti termici.

Termografia di edifici storici

Analisi termografi di edifici storici: studio della tessitura muraria, individuazione di elementi all’interno di pareti e soffitti. Localizzazione di archi e colonne, reperti ed elementi strutturali.

Uno dei tanti possibili campi di applicazione della termografia è quello della diagnosi di edifici storici finalizzati alla determinazione di tessiture murarie, stratigrafie, elementi interni a pareti, soffitti o altri elementi strutturali.

Lo studio in tale campo consente di localizzare elementi strutturali di difficile individuazione con le metodologie classiche. Siamo in presenza di tutti quei contesti operativi in cui non vi è alcun dato certo né informazione circa la tipologia costruttiva della struttura o a volte solo in parte.

Nei casi in cui si vogliono individuare eventuali chiusure interne ed esterne oppure quando si vuole “analizzare” l’interno di un edificio alla ricerca di qualche elemento costruttivo di particolare interesse e di valore che il Committente vuole portare alla “luce”, è possibile sfruttare l’enorme potenzialità che una diagnosi termografica consente.